Canapa, l’ambiente e la sostenibilità: Parte 1

Canapa, ambiente e sostenibilità Pt.1

La canapa ha una storia molto lunga ed importante in tutto il mondo, i cui primi utilizzi sono riconducibili a 10.000 anni fa nell’attuale Taiwan dove sono state scoperte corde usate in alcune ceramiche. Da quel momento la canapa ha svolto un ruolo importante in diverse industrie commerciali, incluse quella delle fibre tessili, quella dei materiali edili e addirittura quelle bio-carburanti e delle plastiche.

In questa serie di due articoli parleremo dei vari usi industriali e commerciali della canapa, di come i prodotti della canapa possono sostituire i loro rivali più nocivi e di come possa aiutare a creare un futuro più sostenibile avendo le capacità di salvare l’ambiente.

Gli usi della canapa

Come citato prima, la canapa è stata a lungo utilizzata per i tessuti e la carta grazie ai suoi alti contenuti di fibre e alla sua durabilità. Alcuni storici sono convinti che il viaggio di Colombo alla scoperta del nuovo mondo sia stato possibile grazie alla canapa poiché era l’unico materiale che a quel tempo avrebbe retto le difficili condizioni del viaggio.

In ogni caso, nei tempi moderni e con l’aiuto delle nuove tecnologie, la canapa oggi può essere utilizzata in quasi tutti gli aspetti della nostra vita: nei vestiti, nelle case, nelle auto e nei loro carburanti.

Usi industriali

Uno degli usi industriali più interessanti riguarda il settore automobilistico, in cui fibre della canapa biodegradabili e “eco-friendly” stanno iniziando a sostituire parti in fibra di vetro e acciaio. La canapa, in confronto alle fibre di vetro e metallo, non è solo più sicura e sostenibile ma per quel che riguarda parti per gli interni e gli esterni delle auto è più forte e durevole, non essendo neanche soggetta alla ruggine come le sue equivalenti in metallo.

La canapa ha anche la capacità di sostituire le plastiche petrolifere, sintetiche e i combustibili, creando così prodotti più sostenibili e compatibili con l’ambiente. Le bioplastiche a base di canapa sono 100% biodegradabili e le piantagioni di canapa assorbono CO2, per questi motivi sono preferite rispetto alle plastiche petrolifere che creano una grande quantità di CO2 e di rifiuti tossici. Inoltre le bioplastiche di canapa sono molto più resistenti delle plastiche petrolifere, permettendo una varietà di applicazioni più ampia e una durabilità maggiore.

La canapa è utile anche per la produzione di biocarburanti che se paragonati al gasolio sono meno inquinanti dell’86%. La cosa più importante però è che si potrebbero usare direttamente nelle macchine, nei camion e tutti gli altri veicoli già in circolazione, senza la necessità di aggiungere convertitori o componenti speciali. Con lo sviluppo di nano materiali di canapa la si può addirittura sfruttare per la produzione di batterie e accumulatori, eliminando la necessità di chimici e acidi che sono tossici e pericolosi.

Usi commerciali

Quelli che sono stati gli utilizzi più antichi e comuni della canapa sono stati sicuramente quelli nelle industrie tessili e della carta. I vantaggi delle fibre della canapa in confronto a quelle del cotone e del legno sono la loro lunghezza, resistenza, durabilità, elasticità e tolleranza delle alte temperature senza subire alcuna degenerazione. Inoltre, la canapa è resistente a muffe, insetti, raggi UV e non marcisce, rendendola una materia prima ideale per la carta e l’industria tessile.

Usi nell’edilizia

Oggi si possono trovare sul mercato diversi materiali edili provenienti dalla canapa, tra i quali i più diffusi sono quelli per l’isolamento termico e quello acustico. Recentemente, le fibre di canapa, pressate in blocchi per la costruzione sono state usate per la costruzione delle prime case prototipo interamente fatte di canapa. Inoltre, questi materiali hanno proprietà antimicotiche e sono totalmente riciclabili, dando vita ad ambienti casalinghi salutari e sostenibili.

I vari usi e applicazioni della canapa sono troppo vasti per essere elencati tutti qui, visto che la canapa ha le caratteristiche per intervenire in quasi tutti gli aspetti delle nostre vite moderne. Come piantagione sostenibile, “eco-friendly” e CO2-negativa, la canapa ha tutte le carte in regola per rimpiazzare gran parte dei materiali nocivi e pericolosi che vengono usati per la produzione oggi, allo stesso tempo migliorando e aggiustando i danni che sono stati causati all’ambiente da questi stessi prodotti.

Nel prossimo articolo andremo a vedere come la canapa ha le caratteristiche giuste per salvare il pianeta e il nostro futuro.

ambiente, canapa, sostenibilità

Pagamento sicuro con carta di credito, bonifico bancario o PayPal.

ethereumbitcoinlitecoinbitcoincash